I numeri a CI sul rischio contagio dei non vaccinati

Siccome 3/4 della popolazione è vaccinata, è matematicamente impossibile che i positivi al covid sono solo non vaccinati


Chi non è vaccinato ‘rischia di contagiarsi 6 volte in più dei vaccinati se ha meno di 39 anni e all’incirca 4 volte in più dai 40 in anni in su’. È questa analisi dell’Istituto superiore di sanità effettuata calcolando l’incidenza dei nuovi positivi da Covid-19 su 100 mila abitanti ad aver convinto il governo sulla necessità di dare una nuova spinta alla campagna gestita dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Muovendosi su un doppio binario: cercare di persuadere i milioni di italiani ancora restii a immunizzarsi e accelerare sulla terza dose. I dati aggiornati al 24 ottobre non tengono conto dell’impennata registrata negli ultimi giorni, ma consentono di individuare in quali settori e fasce d’età si deve intervenire con maggiore urgenza“. Articolo del Corriere della Sera.

Siamo a più dell’80% di vaccinati e si parla ancora dei non vaccinati che contagiano. Dell’epidemia del non vaccinati. Secondo me ne parleranno pure quando arriveremo al 100%.

Chiariamo una volta per tutte un fatto, siccome 3/4 della popolazione è vaccinata, è matematicamente impossibile che i positivi al covid sono solo non vaccinati. Infatti, negli ospedali e a casa ci sono un sacco di persone positive al covid nonostante siano vaccinate.

La cosa più corretta da dire sarebbe: il vaccino protegge per un tot di mesi, poi la protezione scema, quindi dovete continuare a tenere la mascherina e a rispettare tutte le norme di sicurezza anti contagio.

Invece no, bombardamento continuo sul vaccino come unica speranza di salvezza, il nuovo dio pagano che ci salverà. E questo perché il potere delle case farmaceutiche e di tutto quello che ci gira intorno è immenso.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.