Chiese di Ercolano

Ad Ercolano sono presenti 10 chiese, ognuna con una storia particolare, dalla Basilica di Pugliano (la più antica) alla chiesa del S.S. Redentore in via Doglie (la più moderna)

Chiese di Ercolano
Come premesso nel mio primo articolo dal titolo “Cosa vedere a Ercolano“, sto scrivendo una guida sulle bellezze di Ercolano, il paese dove vivo. Così, il futuro turista che volesse saperne di più potrà consultare i post scritti da un abitante della città degli Scavi.

Nel primo articolo ho parlato genericamente di Ercolano. In questi articoli, invece, parlerò più nel dettaglio dei singoli luoghi da visitare.

Dunque, in questo articolo ti parlo delle Chiese di Ercolano.

Chiese di Ercolano

Chiese di Ercolano
Ad Ercolano sono presenti 10 chiese, ognuna con una storia particolare, dalla Basilica di Pugliano (la più antica) alla chiesa del S.S. Redentore in via Doglie (la più moderna). Hanno tutte un importante valore architettonico ma anche culturale e ambientale.

Basilica di S. Maria a Pugliano


La Basilica di S. Maria a Pugliano è collocata nella piazza principale della città, nel centro storico di Ercolano.

Nell’antichità la piazza, dove ora sorge la Basilica, era un fitto bosco che, poi, venne distrutto e ricoperto di lava e fango dall’eruzione del 79 d.C.. Su questo strato venne costruito un oratorio dedicato alla Vergine che rappresentò il primo nucleo del Tempio di Pugliano.

Per risalire all’origine del termine “Pugliano” esistono diverse ipotesi. Inizialmente si diceva fosse la deformazione del nome “Ampellone” (un titolo popolaresco della Madonna). Essendo però questo un termine di origine greca, mentre il termine “Pugliano” è di origine latina, è più probabile che derivi da una trasformazione di “fondo Polliano” o “Publiano” (l’antico fondo dove venne eretta la Basilica).

L’origine della chiesa risalirebbe al 1076 per volere di una nobildonna napoletana, tale Maria, che nel suo testamento aveva disposto di lasciare il fondo a Santa Maria at Pugnanum. Il nome della nobildonna è scolpito su uno dei due sarcofagi murati all’interno della Basilica che presumibilmente dovevano appartenere all’originario proprietario del fondo “Pollione“.

All’esterno, del suo aspetto originale del ‘500 rimane solo il campanile. All’interno, invece, sulla parete destra si trova una porta murata (forse l’antico ingresso della chiesa) con la raffigurazione della Madonna con bambino del ‘500 (si ritiene possa essere la raffigurazione più antica della Madonna di Pugliano). Al centro dell’altare maggiore si trova una scultura ‘300 della Madonna. Nel coro altre due statue del ‘500 che raffigurano S. Aspreno e S. Pietro. La statua più bella, però, a cui è rivolta l’attenzione dei fedeli è quella che raffigura S. Maria delle Grazie.

Le navate laterali si compongono di varie cappelle (come quella del Battistero e le altre dedicate a S. Gennaro, S. Sebastiano, al Crocifisso, a Maddalena, S. Antonio e allo Spirito Santo).

Da sapere:
  • Dove si trova: Piazza Pugliano 1, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 11.00; 16.30 – 20.00
  • Orari sante messe: messe festive: ore 07.00 – 09.00 – 10.30 – 12.00 – 18.00 (ore 19.00 orario legale); messa prefestiva del sabato ore 18.00 (ore 19.00 orario legale); messe feriali ore 07.30 – 09.00 – 18.00 (ore 19.00 orario legale). Tutti i giorni, mezz´ora prima della Messa vespertina: recita del Rosario. Adorazione eucaristica quotidiana in cappella: dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00
  • Tel. 0817390375 – Fax: 081 7775005
Chiesa di S. Caterina


Attestata già nel 1560 (ma forse eretta nel ‘400), la Chiesa di S. Caterina occupava una zona strategica, sorgendo sull’antica strada consolare divenuta poi regia delle Calabrie nel 1562 (fu mira di diverse profanazioni proprio a causa della sua posizione centrale). Sorge di fronte al teatro dell’antica Ercolano.

Solo nella seconda metà del ‘700 compare nella mappa del duca di Noja come parrocchia di Resina.

Nel 1822 iniziarono, poi, i lavori di restauro e nel 1827 la chiesa fu aperta al culto.

Da sapere:
  • Dove si trova: Corso Resina 144, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 11.00; 16.30 – 20.30
  • Orari sante messe: feriale: lunedì ore 18.00 (solare) ore 18.30 (legale), martedì – sabato ore 9.00; festivi: sabato ore 18.00 (solare) ore 18.30 (legale), domenica ore 9.00 e 11.00 (solare) 9.30 (legale)
  • Tel: 0817390216
Chiesa Santa Maria della Consolazione (o S. Agostino)


Meglio conosciuta come chiesa di S. Agostino, nacque nel 1613 quando il conte Scipione De Curtis donò un fondo rustico agli Eremitani Scalzi dell’Ordine di S. Agostino affinché venisse eretta una chiesa. A testimonianza di ciò si trova un epigrafe latina all’ingresso sulla sinistra. I lavori di costruzione della chiesa vennero completati dopo l’eruzione del 1631.

La chiesa si presenta con uno stile barocco di ultima maniera, con un’unica navata, un altare maggiore ricco di marmi e intagli dedicati alla Madonna della Consolazione la cui effige su tela è collocata su un artistico trono. Vi sono, poi, 4 cappelle dedicate rispettivamente a S. Giuseppe, S. Agostino, S. Rita e S. Nicola da Tolentino.

Da sapere:
  • Dove si trova: Corso Resina 15, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 7.30 – 12.00; 17.00 – 19.00
  • Orari sante messe: feriali: lunedi ore 18 (ora legale ore 19), martedi, mercoledi, giovedi e venerdi ore 8.30, luglio, agosto e settembre ore 19, mercoledi dopo la messa preghiera al Servo di Dio don Giuseppe D’Antonio, giovedi dopo la messa preghiera a S. Rita; festivi: sabato: ore 19 (ora legale e solare), luglio e agosto ore 19.30; domenica e festivi: ore 8.30 e 11.30. Luglio e Agosto: ore 11. Adorazione eucaristica: giovedì ore 17-20 (ore 19 vespro); primo venerdì del mese ore 8.30 S. Messa.
  • 0817390234
Chiesa Santa Maria del Loreto


La Chiesa Santa Maria del Loreto venne edificata per volere del reverendo Mosè Scognamiglio (detto padre Giuliano) che possedeva un fondo rustico in via Cupa delle Marittime. All’inizio del ‘900 venne, poi, allungata per contenere più fedeli e abbellita. Nel 1944 divenne parrocchia.

Nell’abside semicircolare fu costruito l’altare maggiore di marmo bianco con il tempietto che ospitava la piccola statua della Vergine di Loreto. Presenta, poi, due altari laterali dedicati a S. Giuseppe e al Cuore di Gesù.

Da sapere:
  • Dove si trova: I traversa Verzieri 16, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 12.00; 16.00 – 20.00
  • Orari sante messe: Festive ore 8.30 – 10.00 – 11.30 – 18.30 (solare) – 19.30 (legale); Prefestiva Parrocchia ore 18.00 (19.00) – Cappella Santa Rita ore 17.00(18.00); Feriali ore 18.00 (solare) e 19.00 (legale)
  • Telefono: 0817775604;
Chiesa del Sacro Cuore di Gesù


Nel 1905, a proprie spese, Agostino e Antonio Imperato edificarono una piccola chiesetta nella loro proprietà che dedicarono al Sacro Cuore di Gesù.

Presenta una sola navata e due altari di marmo, il maggiore è dedicato al Sacro Cuore e l’altro all’Immacolata.

Da sapere:
  • Dove si trova: via Luigi Palmieri 159, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 12.00; 16.00 – 20.00
  • Orari sante messe: festive ore 8,15 S. Vito ore 9,30 – Croce Monti ore 10,30 – S. Vito ore 11,30 – S. Cuore; prefestive sabato ore 18,00 a Parco delle Mimose; feriali ore 18,00, lunedì e martedì al S. Cuore, mercoledì a S. Vito, giovedì ore 18,30 a Croce dei Monti, venerdì e sabato Parco delle Mimose
  • Telefono: tel: 081 7390914
Chiesa Santa Maria Consolatrice degli Afflitti


Un atto notarile del 1903 decretò la costruzione di una chiesa nella zona di Contrada Novelle di Patacca (perché la comunità del luogo era costretta a fare molti chilometri per poter assistere ad una santa messa). Così, grazie al parroco di S. Maria di Pugliano, Gioacchino Cozzolino, nel 1907 venne completata la Chiesa Santa Maria Consolatrice degli Afflitti.

Presenta una navata, ma in origine aveva anche 4 altari (1 maggiore e altri 3 che furono eliminati). Successivamente venne acquistato il vigneto attiguo e al suo posto vennero edificati la sagrestia, l’ufficio del parroco, la sala canonica e il campanile.

Da sapere:
  • Dove si trova: Piazza S. Maria Consolatrice, Contrada Patacca 90, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 12.00; 16.30 – 20.00
  • Orari sante messe: Feriali ore 8.30, primo venerdì del mese ore 18.00; Festive sabato ore 18.00, domenica ore 8.00 – 11.00 – 18.00
  • Telefono: 0817711070
Parrocchia S. S. Rosario


Nel 1949 venne posta la prima pietra del nuovo oratorio voluto dal pio sodalizio del S.S. Rosario. Poi, nel 1963 il cardinale Alfonso Cataldo volle edificare a Resina una parrocchia con centro religioso a Piazza Trieste. Così la congrega mise a disposizione la loro chiesa. Il parroco Cozzolino restaurò e rinnovò la Parrocchia S. S. Rosario.

Da sapere:
  • Dove si trova: Corso Italia 63, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.00 – 12.00; 16.30 – 20.00
  • Orari sante messe: ore 8.30 e 18.30 (19.00 ora legale); sabato ore 18.30 (19.00 ora legale); domenica e festivi ore 8.30, 10.00, 11.30, 18.30 (19 ora legale).
  • Telefono: 08118372319
Chiesa del S.S. Salvatore


La prima pietra per l’edificazione della Chiesa del S.S. Salvatore venne posta nel 1976 dopo un lungo iter burocratico. La forte tenacia di Don Clemente Donnarumma fece sì che all’inizio degli anni ’80 venne inaugurata la chiesa. La chiesa è dotata di un crocifisso, una statua della Vergine, un tabernacolo in bronzo, pannello battesimale, quadri liturgici e vetrate policrome.

Da sapere:
  • Dove si trova: via Panoramica 43, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.00 – 10.30; 16.30 – 20.00
  • Orari sante messe: domenica ore 10.00 – 12.00 – 18.00; tutte le mattine ore 8.00; tutti i pomeriggi ore 18.00
  • Telefono: 0817393472
Chiesa del S.S. Redentore


La Chiesa del S.S. Redentore nasce nel 1970. Inizialmente si trovava in un locale fatiscente di via Belvedere. Dopo il terremoto del 1980 venne avviata la costruzione grazie alla concessione di un suolo da parte delle sorelle Ida e Venerina Crippa (nel 1981) e all’impegno di Don Raffaele Falco (a cui è stata dedicata di recente una targa). Nel Natale del 1989 il cardinale Michele Giordano inaugurò la chiesa.

Ha un forma circolare tendente verso l’alto. Costruita su più piani, è costituita da una sala liturgica, un’aula sottostante adibita a teatro, una sagrestia, un ufficio parrocchiale, aule per la catechesi e una casa canonica. La pianta semicircolare dell’aula liturgica dà l’idea della partecipazione, della coralità e della comunione. L’altare rappresenta una roccia spezzata su cui poggia una mensa di marmo.

Da sapere:
  • Dove si trova: via Doglie 15, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 12.00
  • Orari sante messe: feriali ore 8.30; sabato ore 18.00 (19.00 ora legale); domenica ore 10.00 e ore 12.00
  • Telefono: 0817777612
Chiesa Santa Maria del Pilar


La Chiesa Santa Maria del Pilar nasce nella metà del ‘700. È un esempio di stile barocco napoletano.

Presenta un’unica navata, un altare maggiore più tre altari di marmo, un presbiterio pavimentato di marmo e circondato da una balaustra in marmo. Sull’altare maggiore vi è un antico quadro che raffigura la Madonna del Pilar. Ai lati della navata vi sono 6 ovali incorniciati di stucco con le effigi rispettivamente di S. Gennaro, S. Domenico, S. Michele, S. Francesco di Paola, Ecce Homo e l’Addolorata. Poi vi sono le statue del Sacro Cuore, dell’Immacolata, di S. Giuseppe e di S. Anna. C’è un Battistero in marmo e in sacrestia un quadro della scuola settecentesca napoletana.

Da sapere:
  • Dove si trova: Corso Resina 319, Ercolano
  • Orari di apertura: ore 8.30 – 12.00; ore 16.00 – 20.00
  • Orari sante messe: feriale ore 9.00; sabato ore 18.00; festive ore 8.45 – 10.30 – 12.00

arquen

Il mio diario online

Mi chiamo Aldo e sono un blogger.

Questo è il mio blog personale dove pubblico riflessioni sulla mia vita, quello che penso sui fatti del giorno, do un po' di consigli sulle mie passioni (musica e tecnologia), e parlo della città dove vivo (Ercolano).

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.