Il prof che ci prova con le studentesse

Da giorni si parla di un prof che avrebbe chiesto alle studentesse di mandare foto hot in cambio di voti alti

Il prof che ci prova con le studentesse
Da giorni si parla di un prof che avrebbe chiesto alle studentesse di mandare foto in cambio di voti alti. O, addirittura, le avrebbe molestate.

Capisco che siccome lui è adulto e loro minorenni si parte dal presupposto che sia lui il colpevole. Per questo, quindi, forse è utile ricordare il periodo della mia adolescenza.

Quando frequentavo l’istituto tecnico, a 13-14 anni una ragazzina di 16 ci provava in tutti i modi con me già dai primi giorni di scuola.

Inoltre, nella mia classe c’era una ragazzina (più grande di me di un anno perché bocciata), che era considerata quella “facile“. E lei faceva di tutto per esserlo. Tant’è che più o meno ha fatto cose con tutti i maschietti della classe (nonostante fosse fidanzata con uno più grande).

Ai tempi dell’università, poi, per raggiungere la sede passavo per un istituto, credo di estetista o una cosa simile, erano più o meno tutte ragazzine insomma. Quando passavo mi sentivo Diletta Leotta quando passa sotto la curva dello stadio. Insomma, i cori proprio.

Tornando ai giorni nostri, ne ho conosciute di ragazzine (sui 20 anni) che dicono cose talmente sconce da far imbarazzare pure Rocco Siffredi. Sono talmente abituate a vedere i porno che pensano che il sesso sia quella roba lì (violenza, sottomissione e rapporti di gruppo).

Quindi, magari, quando parliamo del prof che chiede cose in cambio di cose, ipotizziamo che potrebbe essere anche il contrario. Non è che siccome sono minorenni sono incapaci di intendere e di volere. Lo sono perfettamente. Ovvio, sono ingenue e non pensano alle conseguenze, mentre il prof è adulto e dovrebbe assolutamente evitare sia di chiedere cose che di farsi abbindolare da una ragazzina che provoca.

Da zio di 5 nipoti, è ovvio che se qualcuno (di qualsiasi età) provasse a fare qualcosa ai mie nipoti (contro la loro volontà) reagirei malissimo. Per fortuna posso essere assolutamente certo che i miei nipoti non sono come quelle ragazzine che ho conosciuto quand’ero adolescente.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.