Tutti incazzati per la storia del vecchietto a cui hanno occupato casa ma nessuno ha fatto niente

Ho anche visto il video dove una delle zingare, alla domanda “non siete pentite?” ha risposto “no, lo rifaremo”

Tutti si sono incazzati per la storia del vecchietto a cui hanno occupato la casa
Questa mattina l’86enne, cui una donna aveva occupato casa nei giorni scorsi, mentre si era assentato per delle visite mediche, è rientrato nell’abitazione. Accompagnato dai carabinieri, hanno prima suonato alla porta, senza ottenere risposta. È arrivato poi il fabbro per aprire la serratura, ma prima che potesse intervenire è arrivata la signora che aveva occupato la casa, che ha aperto con la chiave“. Articolo di Fanpage.

Ora, premesso che questa gente è ormai persa, non è più recuperabile, e va rinchiusa in un pozzo, vorrei concentrarmi su un altro aspetto.

Funziona così in Italia? Se mi occupano casa devo aspettare settimane per essere aiutato dallo Stato? Ma stiamo scherzando?

Ma poi è possibile che quel povero vecchietto non ha avuto la solidarietà di nessuno? Possibile che nessuno è andato lì, ha buttato giù la porta, ha spaccato la testa a quelle ESSE e a quelle EMME che le hanno aiutate, per far rientrare quel povero vecchietto a casa? Ma i vicini di casa non si vergognano?

In quei giorni mi era balenata l’idea di creare un gruppo su Facebook o un organizzare un evento per andare lì e far uscire con la forza quella gente di EMME.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.