Il giornalista quasi linciato perché rompeva il CI

Il giornalista di Fanpage non si capisce cosa ci stava a fare lì in mezzo. Cosa doveva documentare? Cosa doveva chiedere?


Non è iniziato nel migliore dei modi il sedicesimo sabato di protesta contro il Green pass a Milano. Già prima che partisse il corteo una persona ha spintonato il giornalista di Fanpage.it Saverio Tommasi, che è in piazza con un collega per documentare la protesta, mettendogli anche le mani sulla telecamera. Altri due momenti di tensione, sempre contro i giornalisti di Fanpage, si sono registrati in piazza Duomo, dove Tommasi è stato spintonato ed è caduto a terra, e in un altro momento del corteo. In tutti i casi gli aggressori sono stati fermati e identificati dalla Digos. Il giornalista di Fanpage aggredito non ha comunque riportato conseguenze e sta continuando a seguire il corteo“. Articolo di Fanpage.

Mi sembra il minimo se uno col microfono in mano va a rompere il CI per aizzare una folla già arrabbiata di suo per motivi validissimi.

Un giornalista di una testata favorevole al Green Pass, con milioni di follower su Facebook (quindi con la possibilità di condizionare l’opinione pubblica) va in mezzo alla folla dei No Green Pass non si sa bene per fare cosa. Che cosa voleva chiedere? Perché stanno lì? Non lo sa?

E’ andato lì per farsi prendere a male parole, così da poter dire che la manifestazione dei No Green Pass è violenta?

E’ salvo solo perché aveva una telecamera lo seguiva, se no mo starebbe al creatore (giustamente).

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.