Ha senso avere un blog personale nel 2018?


In un epoca in cui tutti sono attivi sui social come facebook, twitter, instagram, ecc., ha senso continuare ad avere un blog personale?  😕

La risposta è: non lo so, ma a me piace.  :mrgreen:

Sono nato è cresciuto usando il blog. I social non esistevano ancora. Il blog è nato come diario virtuale in cui raccontare quello che ci pare e renderlo pubblico a tutti. Nel tempo i blog si sono evoluti in tante altre cose, ma mi piace continuare ad avere uno spazietto in cui scrivere e raccontare cose che resteranno visibili per sempre (o almeno finché rinnoverò il dominio).  😀

Il mio primo articolo su questo blog è datato 2010 (e si nota anche dalle stupidaggini che scrivevo), ma prima ne usavo uno su una piattaforma gratuita che si chiamava Splinder.

Il blog è qualcosa di personale, di mio. L’ho costruito io, ho scelto il nome, ho speso dei soldi per acquistare spazio e dominio. I social, invece, potrebbero chiudere in qualsiasi momento e bisogna sottostare alle regole dei proprietari.

Quindi, continuerò ad usare i social, ma solo per segnalare quello che scrivo qui. Chi vuole può commentare anche qui e magari aprire anche lui un blog. Posso anche aiutare a farlo. Ho una certa esperienza…  😛

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.