Una legislazione speciale anti rave parti è assolutamente necessaria

A differenza di quello che sostiene chi ha scritto l’articolo su Fanpage che ora andrò a commentare

Una legislazione speciale anti rave parti è assolutamente necessaria
La Corte di Cassazione ha già espresso una sentenza precisa, in cui si rimarca che partecipare a un rave (od organizzarlo) non può essere illegale in virtù dell’articolo 17 della Costituzione, che tutela la libertà di raduno dei cittadini.” Articolo di Fanpage.

Certo, fin quando il rave non vengono a farlo sul tuo terreno. Poi, sai, diventa illegale e devono andare via. E se la polizia ha paura di farli andare via, e deve aspettare che vadano via da soli, c’è sicuramente qualcosa che non va in quei rave.

Poi mischia tutto, mette insieme il rave party dove non esistono regole e succede di tutto, al free party (cioè, la scampagnata) che è tutta un’altra cosa.

Per fare un rave serve uno spazio. Di solito chi fa questi rave occupa abusivamente dei terreni privati e all’interno succede di tutto. Innanzitutto non c’è igiene, quando i rave finiscono c’è EMME ovunque, quindi si rischiano infezioni e malattie. Vengono usate ogni genere di droghe (ci trovi siringhe, ecc.) cosa illegale in Italia. Trovi ogni genere di rifiuto quindi danneggiano l’ambiente. Possono accadere violenze e stupri perché non c’è nessuno che controlla ma vige la legge del più forte.

Quindi, chiariamo che siccome so anch’io come funzionano queste cose, evitiamo di fare l’articolo spot a favore dei rave party… un po’ di vergogna, che CI.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.