La pubblicità della Vodafone con la coppia “uomo-uomo”

Lo spot della Vodafone è l’ennesimo tentativo di promuovere in Italia la diffusione dell’ideologia Lgbtq

La pubblicità della Vodafone con la coppia gay

Lo spot pubblicitario di Vodafone, intitolato “Super Wi-Fi 6 Extender“, presenta un padre che culla il suo bambino mentre cerca di farlo addormentare. Nel frattempo, guarda la partita della sua squadra del cuore insieme ad un altro uomo. Non si capisce (forse volutamente) se l’altro uomo è solo un amico, e quindi se chi culla il bambino ha una moglie, o se è il compagno.

Il neonato si sveglia e inizia a piangere, così il padre lo porta in cantina, dove il segnale Wi-Fi è debole. Grazie al Super Wi-Fi 6 Extender di Vodafone, il padre è in grado di trasmettere in streaming la partita senza interruzioni e il bambino si riaddormenta serenamente.

Il regista dello spot è Alessio Lauria, noto per aver diretto spot per i gay pride e per il suo attivismo per i diritti LGBTQ+.

In pratica, la Vodafone, in uno spot pubblicitario, mostra due uomini che cercano di far addormentare un neonato. Cosa c’entra quella scena con i collegamenti telefonici e internet della Vodafone? Niente, ma ha voluto mostrare di essere dalla parte delle coppie gay che hanno figli con ricorso all’utero in affitto.

E’ evidente che questo spot è l’ennesimo tentativo di promuovere in Italia la diffusione dell’ideologia Lgbtq, ma questa volta anche con il coinvolgimento di un minore nello spot, in un Paese, l’Italia, che per legge limita fortemente l’utilizzo, negli spettacoli, dei bambini da 0 a 3 anni.

arquen

Ciao, mi chiamo Aldo e sono un blogger

Questo è il mio blog personale dove pubblico riflessioni sulla mia vita, quello che penso sui fatti del giorno, do un po' di consigli sulle mie passioni (musica e tecnologia), e parlo della città dove vivo (Ercolano).

Ho scritto io questo post. Cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto:

Commenta il mio post:

Devi utilizzare un indirizzo e-mail valido altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.