Sapevi che Mussolini era di sinistra?

Benito Mussolini ha iniziato la sua carriera politica prima nei socialisti e poi si è addirittura spostato all’estrema sinistra

Sapevi che Mussolini era di sinistra?
Siccome di recente ho dovuto scrivere un po’ di notizie sul fascismo in Italia (nonostante siano passati 100 anni), ho scoperto che in realtà il dittatore italiano per eccellenza, Benito Mussolini, ha iniziato la sua carriera politica prima nei socialisti e poi si è addirittura spostato all’estrema sinistra (cioè, in realtà lo sapevo già).

Basta fare una ricerca su Google usando la parola chiave “Mussolini di sinistra“, ci sono tantissimi articoli dei quotidiani italiani più importanti, ma anche su Wikipedia o siti di approfondimento.

Mussolini, Benito – Carriera nella sinistra politica
skuola.net/storia-contemporanea/mussolini-carriera-sinistra-politica

Benito Mussolini
wikipedia.org/wiki/Benito_Mussolini

“Mussolini? E’ l’uomo a cui la sinistra italiana deve quasi tutto
loccidentale.it/mussolini-e-luomo-a-cui-la-sinistra-italiana-deve-quasi-tutto

Le origini socialiste di Mussolini: come classificare il fascismo
corriere.it/lettere-al-corriere/11_Giugno_23/LE-ORIGINI-SOCIALISTE-DI-MUSSOLINI-COME-CLASSIFICARE-IL-FASCISMO

Non mi interessa pubblicare la biografia su di lui, ma far notare alcune cose.

I regimi di estrema destra sono in pratica liberali al 100%. Ne consegue la privatizzazione di tutto, e di conseguenza la divisione in due sole classi sociali: ricchissimi che possono permettersi tutto e poveri che non possono permettersi nulla.

I regimi di estrema sinistra sono del tipo: tutti dobbiamo avere le stesse cose. Chi ha di più deve dare allo Stato.

In entrambi i casi ci sono poche persone che comandano. Nel caso dell’estrema destra non sei obbligato ad essere ricco o povero. Semplicemente se sei povero se ne fregano fino a quando non scoppia una rivoluzione.

Nel caso dell’estrema sinistra, queste poche persone che comandano obbligano tutti gli altri a vivere in un determinato modo. Chi non si adegua viene punito (multe, carcere e morte).

In pratica, se si fa l’esempio di come gli Stati Uniti hanno affrontato la pandemia di Covid, vediamo Trump, liberale, che pensa ai CI suoi: se ti vuoi vaccinare, lo fai, se non ti vuoi vaccinare CI tuoi. Biden, democratico, se non ti vaccini ti tolgo lo stipendio (poi ovviamente è stata bocciata la cosa perché lì il principio di libertà è importantissimo).

Qui, in Italia lo stesso, quando abbiamo avuto un governo tendente a sinistra (con un ministro della salute di estrema sinistra), l’Italia è stato uno dei pochi paesi al mondo ad introdurre l’obbligo vaccinale pena la sospensione dello stipendio e del lavoro. Cambiato il governo (ora di destra), il covid sembra sparito e per quanto riguarda le multe per i non vaccinati il nuovo ministro della salute ha trovato la scusa dicendo: è inutile far pagare le multe perché costerebbe più di quanto si incasserebbe.

Riassumendo, chi è di sinistra tende a voler limitare i diritti dei singoli a favore di una presunta collettività che in realtà è solo fascismo.

Lo si nota anche con questa storia del politicamente corretto o dell’imporre l’accettazione di determinate visioni del mondo, con l’etichettatura a razzista o omofobo, se non la pensi come loro (che poi, per fortuna, la stragrande maggioranza non la pensa come loro, altrimenti non ci sarebbe bisogno di imporre nulla).

In pratica, poi, le ideologie di destra e sinistra sono mutate. Nel senso che ora il centro dello scontro non è più la lotta di classe tra l’imprenditore e il dipendente, ma tra chi è normale e tutto l’anormale che si vuole far passare per normale.

Quindi succede che tanta gente tendende al centro sinistra (come mio padre), guarda la tv, vede in qualsiasi programma la quota gay e esclama: “in tv so diventati tutti ricchioni“.

Io, invece, noto un’altra cosa in tv. Negli Stati Uniti, dove in pratica ci sono tutte le etnie sarebbe scandaloso se in tv ci fossero solo persone bianche (anche se ora esagerano e mettono persone che non c’entrano assolutamente nulla con la trama, semplicemente perché ci deve obbligatoriamente stare il tizio nero e la donna lesbica altrimenti perdono i soldi da chi gli da le mazzette di nascosto).

In Italia, dove il 90% è bianco, quando si accende la tv e si guarda una pubblicità non sembra di stare in Italia ma in Africa o proprio su un altro pianeta. Ci trovi la pubblicità della famiglia alla Star Trek con la madre cinese, il figlio del Congo e il padre novergese.

Cioè, se prendo ad esempio il mio paese, Ercolano, a parte i miei due amici (un ragazzo e una ragazza brasiliani adottati da piccoli) e pochissimi altri esempi, camminare per strada e vedere uno nero è un evento. In tv, invece, sembra che in Italia ci sia già stata la sostituzione etnica e il bianco sia diventata la minoranza.

Ad esempio, la pubblicità delle auto sono di uomini e donne nere che guidano (che qui nella realtà se vedi uno nero che guida un auto pensi che l’abbia rubata, com’è successo di recente a Milano quando la polizia ha fermato un famoso giocatore dell’Inter).

Le uniche pubblicità dove non ci sono neri sono quelle che parlano di agricoltura (dove sono tutti bianchi), quando in realtà la quasi totalità degli stranieri neri in Italia stanno nei campi. Perché? Perché sono state imposte leggi sull’inclusione in Tv da parte della sinistra. Ritorniamo sempre lì, al fascismo di sinistra.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

arquen

Ciao, mi chiamo Aldo e sono un blogger

Questo è il mio blog personale dove pubblico riflessioni sulla mia vita, quello che penso sui fatti del giorno, do un po' di consigli sulle mie passioni (musica e tecnologia), e parlo della città dove vivo (Ercolano).

4 Commenti

  • Magicounicornoliberale ha detto:

    “I regimi di estrema destra sono in pratica liberali al 100%”. Ma non è vero, non è un automatismo. Al massimo i regimi di destra possono essere liberisti, come quello di Pinochet, non liberali. Mussolini ha fondato l’IRI, sarebbe liberalismo (o liberismo)? Il regime oligarchico di Putin sarebbe liberale? Il nazismo sarebbe liberale se gli imprenditori DOVEVANO essere del regime e produrre cosa voleva Hitler altrimenti venivano ammazzati? Il liberalismo non è “dare ai privati” per chi ha superato la terza elementare. Basti pensare al caso Standard Oil già nel 1911 negli USA. Concorrenza, tutela dei consumatori, scarsa regolamentazione, richieste dirette alle aziende nulle.

    • arquen ha detto:

      E’ sbagliato il punto di partenza.

      E’ un concetto semplice:
      ideologia pura di sinistra = + collettività e – individualismo.
      ideologia pura di destra = l’inverso.

      Quindi, con un minimo di ragionamento logico, se voglio più collettività e meno individualismo, devo limitare le libertà individuali. Quindi devo adottare l’ideologia di sinistra.

      Italia, Covid: Speranza, estrema sinistra, obbligo vaccinale (come i paesi ex comunisti dell’Europa dell’est). Nuovo governo, Fratelli d’Italia, destra, niente obbligo vaccinale, niente multe.

      E’ un controsenso parlare di regimi di destra o estrema destra che limitano le libertà individuali, perché non fa parte dell’ideologia di destra applicare limiti all’individuo, ma anzi è l’opposto.

      E’ una mistificazione della realtà associare alcuni regimi totalitari alla destra. Sono di destra perché? Perché c’è una sola persona al comando che ha preso il potere con la forza?

      Allora Che Guevara e Fidel Castro sono entrambi di estrema destra come Hitler, Pinochet e Mussolini. Quando si parla di singoli che prendono il potere non si tratta più di ideologia di destra o di sinistra. Sono tecnicamente politici, ma in realtà sono re-imperatori-sovrani. Non c’entra più l’ideologia. Non c’è più nulla di ideologico, ma solo follia.

      Ovviamente è tutto volutamente semplificato. Mi interessava soprattutto evidenziare l’errore “fascismo = destra”. Sia perché Mussolini era socialista e poi si è spostato a sinistra, sia perché quotidianamente gli elettori di sinistra (quelli più fanatici) vogliono imporre a tutti la propria ideologia apostrofando nei peggiori modi chi ha un’altra ideologia, cosa che con gli elettori di destra non avviene.

      Anche un bambino dell’asilo capirebbe queste cose.

  • camu ha detto:

    Sapevo, ovviamente, di Mussolini. Forse solo gli studenti liceali di estrema sinistra di oggi, con l’anello al naso inebriati della propaganda della sinistra, non lo sanno. E continuano a fare manifestazioni ed occupazioni al grido di “Meno Meloni, più cogl—-“, vabbe contenti loro. Per il resto, mi trovi d’accordo al 1000% su tutto quello che hai scritto. Questa cosa del politically correct e dell’inclusività finta e fabbricata apposta per motivi commerciali è semplicemente vomitevole.

Commenta il mio post:

Devi utilizzare un indirizzo e-mail valido altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.