Bluehost di pomeriggio è lento

Da anni i miei siti sono ospitati su Bluehost. Negli ultimi mesi, però, ho notato che di pomeriggio va tutto lento

Bluehost di pomeriggio è lento
Negli ultimi mesi, però, ho notato che di pomeriggio va tutto lento. Precisamente dalle 14 alle 20.

Lento quando faccio il login per accedere a WordPress, lento per spostarmi da una sezione all’altra, lento quando carico una foto, lento quando pubblico l’articolo, lento quando apro un articolo. Certe volte da errori (tipo col database).

Ho installato un plugin per la cache e fatto altre cose per velocizzare il sito, ma non cambia nulla.

Di mattina e di sera i siti vanno velocissimi, di pomeriggio lento e spesso si blocca tutto.

Ho contattato l’assistenza e mi è stato detto che avrebbero risolto. Sono passati giorni e non hanno risolto. Quindi, siccome non mi piace essere preso per il culo, a fine mese, quando tornerò dalle vacanze, sposterò tutti i siti da un’altra parte.

Devo anche dire che non conviene avere tutti i siti su unico hosting se è un hosting condiviso. Perché se il server è lento i siti vanno tutti lenti e se uno dei siti ha un picco di traffico esagerato (come mi è capitato) bloccano l’account (e quindi tutti i siti, e non solo quello col traffico elevato).

Se, invece, hai la possibilità economica di permetterti un hosting dedicato, in questo caso conviene. Hosting condiviso multidominio solo se i siti ricevono poche visite o sono in html.

Siccome, però, non voglio spostare tutti i siti su unico hosting, ne ho selezionati 4. Su ognuno sposterò 2 siti (si, ho 8 siti).

Siccome mi sono anche scocciato dell’assistenza in inglese, la mia scelta è ricaduta su hosting italiani.

Inoltre, siccome in passato ho avuto altri problemi con Bluehost, ho contattato gli hosting in questione per chiedere info sui loro servizi. A livello multidominio nessuno di loro è economicamente conveniente come bluehost, ma credo siano più che buoni per i singoli siti.

La mia scelta è ricaduta su: vHosting, ServerPlan, TopHost e KeliWeb.

Molti parlano bene di SiteGround, ma lo fanno solo perché ci guadagnano la commissione. In realtà i prezzi sono esagerati e il rinnovo è ancora più esagerato.

Cioè, spiego. Se uno ha un solo sito ed è agli inizi compra qualcosa di economico. Se poi il progetto cresce passa a qualcosa di meno economico che non è più un hosting condiviso. Nessuno parte subito spendendo un sacco di soldi per un progetto che non sa se avrà successo.

Prima di passare a BlueHost ero su TopHost. I miei domini sono ancora lì. Però quando i miei progetti hanno iniziato ad avere successo hanno creato problemi a TopHost, quindi sono stato costretto ad andare via.

Negli ultimi anni, però, hanno creato altri pacchetti e quindi voglio provare a spostare due siti lì (quelli con meno traffico e che credo consumino meno risorse).

Mi sono fatto anche un calcolo per quanto riguarda il prezzo.

8 domini su TopHost costano circa 10 euro l’uno. Lo spazio su BlueHost (al rinnovo) costa circa 150-160 euro. In totale spendo circa 260 euro all’anno.

Invece, i singoli siti spostati sui singoli hosting mi verrebbero a costare circa 30 euro all’anno l’uno. Quindi, 30 x 8 = 240 euro. Risparmio 20 euro.

Inoltre nessuno dei 4 hosting aumenta il prezzo al rinnovo, a differenza di BlueHost.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.