Di cosa parlare in un blog?

Stasera ho cercato su Google “Di cosa parlare in un blog” ed ho trovato al primo posto un articolo lunghissimo

Di cosa parlare in un blog?

A me non piace pianificare ciò che pubblicherò, preferisco scriverlo di getto quando ho l’ispirazione. Quasi sempre ottengo ottimi risultati con ciò che scrivo di getto. Perciò, quando leggo consigli su programmazione e revisione, posso solo dire che sono personali opinioni. Siamo tutti diversi, ognuno con il suo modo di comunicare e di ottenere successo.

Spesso lo dicono solo per catturare la tua attenzione. Il loro obiettivo non è di insegnarti qualcosa, ma di venderti qualcosa o di farti iscrivere al loro corso. Hanno notato che questo approccio funziona e lo hanno copiato come pecore.

Questo sistema può funzionare, ma se entri in un blog e trovi inviti ad iscriverti o a scaricare qualcosa, scappa via. Da quel blog non imparerai nulla.

Stasera ho cercato su Google “Di cosa parlare in un blog” ed ho trovato al primo posto un articolo lunghissimo. Personalmente, non amo gli articoli lunghissimi. Se ne vedo uno, o lo chiudo o scrollo velocemente per fermarmi solo sulle poche cose che mi interessano.

Dicono che per posizionarsi bene su Google bisogna scrivere articoli lunghissimi perché puoi includervi tutte le parole chiave.

Tuttavia, a me risulta noioso leggere articoli lunghi. Quindi, anche se raggiungerai la prima posizione su Google, persone come me chiuderanno il tuo articolo e opteranno per il secondo risultato. Soprattutto se quell’articolo è banale e contiene informazioni già lette altrove. Sono quasi 20 anni che scrivo su blog e leggo sempre le stesse cose.

Ora ho questo articolo lunghissimo davanti a me e immagino che dovrebbe spiegare cosa bisogna scrivere in un blog.

Sono fermo al titolo e alle prime righe. Scorrerà sicuramente con punti da seguire, inviti ad iscrivermi, strategie su come guadagnare con un blog, suggerimenti su come avere successo, istruzioni su come creare un blog da zero, indicazioni sull’hosting da acquistare (con tanto di link di affiliazione), suggerimenti su come installare WordPress, e parole noiose su come dovrebbe essere un blog, gli articoli di valore, e altre cose del genere.

Tuttavia, sono certo che non troverò nulla che spieghi il motivo per cui è bello avere un blog. I blog sono migliori dei social. Ciò che scrivi su un social si perde subito, mentre ciò che scrivi su un blog resta. Il tuo percorso di vita è riflesso nel blog. Chiunque voglia conoscerti può farlo leggendo ciò che scrivi nel tuo blog.

Io ho imparato a fare siti perché un giorno, tanto tempo fa, ho scoperto un blog. Ho scoperto che nel blog si poteva aggiungere musica e ho provato a farlo anche io. Ho scoperto che esistono dei codici.

Su Facebook, Twitter, Instagram, non imparerai nulla. Sono una perdita di tempo. Sì, se ti vendi l’anima ingannando gli altri, potresti diventare un influencer del CI, ma il blog è tutta un’altra cosa.

Arquen.it, in qualità di Affiliato Amazon, riceve un guadagno dagli acquisti che effettui tramite il blog

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

arquen

Ciao, mi chiamo Aldo e sono un blogger

Questo è il mio blog personale dove pubblico riflessioni sulla mia vita, quello che penso sui fatti del giorno, do un po' di consigli sulle mie passioni (musica e tecnologia), e parlo della città dove vivo (Ercolano).

Ho scritto io questo post. Cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto:

Commenta il mio post:

Devi utilizzare un indirizzo e-mail valido altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.