I pedali per chitarra acustica

Cerchi informazioni sui pedali per chitarra acustica o per assemblare una pedaliera? Provo ad aiutarti

I pedali per chitarra acustica
Ho provato tanti pedali per chitarra acustica. Non per stravolgere il suono, ma per recuperare il suono naturale che purtroppo la chitarra acustica perde quando viene collegata all’impianto o all’amplificatore. Dopo anni di prove sono arrivato alla conclusione che pochissimi pedali per chitarra acustica riescono a dare una suono realistico. 😐

In alcuni casi sono pedali con registrazioni di chitarre acustiche. In altri casi permettono di registrare il proprio suono acustico e riutilizzarlo. In altri casi ancora combinano la microfonazione al sistema di base montato sulla propria chitarra. Insomma, o si usa uno di questi sistemi oppure si posiziona un microfono all’interno della cassa della chitarra acustica.

Microfono

Escludendo, per ovvie ragioni, il microfono puntato davanti alla buca della chitarra, resta l’alternativa del microfono lavalier. Purtroppo, i microfoni lavalier sono tutti a condensatore, quindi devono essere alimentati.

Un’ipotetica pedaliera per chitarra acustica:

  • Microfono lavalier;
  • Cavo XLR da collegare ad un aggeggio per la phantom;
  • Aggeggio alimentato a batteria o con un trasformatore;
  • Un secondo cavo XLR da collegare al primo pedale della pedaliera (i pedali, però, hanno attacchi jack, quindi bisognerebbe usare un cavolo XLR-jack).

Insomma, cavi, alimentatori, aggeggi vari.

Ora, se siamo Segovia, ok, ci sta, ma siccome non siamo un CI di nessuno che suona per passione o nei locali per campare, dobbiamo puntare a qualcosa di più pratico. Dobbiamo ottenere il risultato migliore possibile, ma con poca attrezzatura. 😉

Soluzione

Io ho una piccola pedaliera con vari effetti e in più un microfono lavalier wireless. Gli inconvenienti sono due: l’aggeggio è una cinesata e le batterie ricaricabili non durano tantissimo (4-5 ore). Da un po’, quindi, sto utilizzando un microfono da contatto.

Chi ha una chitarra acustica che monta già un preamp con microfono è fortunatissimo e lo invidio tantissimo. 🙄

Comunque, il risultato finale deve pesare poco e dare la sicurezza che funzionerà sempre.

Ricerca

Allora, da una veloce ricerca su Google non si trovano molte informazioni se proviamo a scrivere “pedali per chitarra acustica“. Troviamo degli ecommerce che vendono pedali e qualche articolo molto datato con poche informazioni.

Troviamo, poi, due articoli di Accordo.it, un sito molto importante per chi ama suonare. Sono due domande datate 2008 e 2013.

La prima domanda (2008):
Pedaliera per acustica: mi date le vostre idee?
Dopo qualche settimana di lavoro, ho finalmente completato la mia Pedalboard da usare in “Elettrico”, e ne sono pienamente soddisfatto. Adesso devo iniziare a lavorare sulla pedaliera per “Acustico”, visto che fino ad ora ho lavorato solo con una DI Box della Proel e che ora ho rimpiazzato con il Radial Tonebone PZ-Pre. Mi sono detto, adesso ne voglio una seria anche per la mia amata Martin 000-18“.

La seconda domanda (2013):
Pedaliera per chitarra acustica
Scrivo ora per chiedervi un consiglio. Finora ho suonato la chitarra acustica usando il Gmajor della TcElectronic per effetti e compressione. Siccome ho un piccolo budget da parte (500 euro circa) vorrei chiedervi consigli su come posso costruirmi una pedaliera per la chitarra acustica! Come minimo pensavo ad un delay, riverbero, chorus, comp e una buona DI.
Ci sono soluzioni “all-in-one”? Oppure che consigliate? Sono ben accette anche esperienze personali!

La risposta che darei io è questa:
Non conta la marca o il modello di chitarra acustica, ma la parte elettrica. Il problema delle chitarre acustiche elettrificate o preamplificate è che non danno gli stessi risultati di resa sonora originale dello strumento. I sistemi elettrici montati sulle chitarre acustiche danno un suono semi elettrico perché captano solo le vibrazioni delle corde. Invece il suono della chitarra acustica viene generato del legno e dalla cassa armonica, oltre che dalle corde.

Quindi, la prima cosa da fare per suonare live è di cercare di ottenere un suono fedele della nostra chitarra.

Abbiamo tre possibilità:

  • Microfono;
  • Pedale che simula un microfono;
  • La combinazione di entrambi.

Dopo tante prove e tentativi sono arrivato alla conclusione che solo il microfono non basta e solo il pedale non basta. Servono entrambi. Il microfono come base di partenza per ottenere un suono acustico e il pedale per chitarra acustica per lavorarci sopra.

Per il microfono esistono due possibilità:

  • Utilizzare un preamplificatore che oltre al piezo ha un piccolo microfono;
  • Armarsi di ingegno e montare un piccolo microfono all’interno della cassa (ad esempio di tipo lavalier).

Solo dopo aver montano un microfono potremo passare alla fase successiva e cioè i pedali per chitarra acustica. Ovviamente, ogni microfono ha delle caratteristiche che dipendono sia dal prezzo, sia dalla tecnologia impiegata dal produttore.

Il microfono, però, ha un grande difetto: è difficile da gestire durante un live (può partire un larsen, un rimbombo, il suono può risultare troppo brillante, troppo metallico, troppo microfonico).

I pedali permettono di modellare il suono base del microfono per escludere le frequenze che creano problemi (equalizzatore), avere pochi sbalzi di volume (compressore) e eliminare l’effetto blillante-metallico-microfonico usando un effetto che simula il suono della chitarra acustica (ne esistono tanti e di tutti i prezzi che fanno più o meno la stessa cosa).

Poi, possiamo usare alcuni effetti adatti per la chitarra acustica:

  • DI-Box: cerco di spiegarlo in modo semplice. I cavi jack mono sono anche chiamati cavi sbilanciati o ad alta impedenza. Questi cavi hanno dei difetti: perdita di volume e di qualità in proporzione alla lunghezza del cavo; attirano interferenze e disturbi. I cavi XLR microfonici sono anche chiamati cavi bilanciati, stereo e a bassa impedenza. Non risentono di nessuna delle problematiche dei cavi jack. La DI-Box funziona da “convertitore“. Si entra col jack, si esce con l’XLR e la magia è fatta.
  • Riverbero: simula l’ambiente esterno. Esistono di vari tipi, da quello che simula una chiesa a quello che simula lo spazio infinito.
  • Delay: simula l’eco, quindi ripete la nota più volte.
  • Tutti gli altri pedali modificano il suono della chitarra: chorus, flanger, overdrive, distorsori, octaver, ecc. Ma puoi usarli se vuoi ottenere un suono particolare.
Proseguiamo la ricerca

Continuando la ricerca su Google troviamo tre articoli che elencano i migliori pedali per chitarra acustica.

In due di questi articoli vengono elencati quelli considerati i migliori pedali per chitarra acustica:

  • Behringer V-Tone ADI21 Acoustic
  • Boss AD-10
  • Boss AD-2
  • Zoom Multi Stomp MS-70 CDR
  • Zoom AC-2 Acoustic Guitar FX
  • Zoom AC-3
  • Zoom A3
  • Boss AD-10 Acoustic Preamp & FX
  • Boss AD8
  • Fishman Aura Spectrum DI
  • Fishman ToneDEQ
  • Hartke Acoustic Attach AGX
  • TC Electronic G-Natural
  • AER Pochet Tools
  • BBE Acousticmax
  • LR Baggs Venue
  • Radial Tonebone PZ-Pre
  • Aphex Acoustic Exciter
  • Rivera Acoustic Shaman
  • Trace Elliot Transit A
  • Tech 21 Acoustic Fly Rig

Alcuni, però, sono degli equalizzatori con più controlli. Permettono, cioè, di lavorare sulle frequenze, ma non permettono di ottenere risultati dal punto di vista del suono acustico originale della chitarra. Altri, invece, sono pedali che modellano il suono, e quelli vanno bene.

Il terzo articolo, invece, fa un esempio parlando di Alex Britti. Sinceramente l’esempio c’entra poco o nulla con la ricerca del suono acustico.

Alex Britti è un grandissimo chitarrista, sia acustico, sia elettrico, ma non mi sembra che si sia mai preoccupato di ottenere un bel suono acustico. Tant’è che la sua pedalboard fa l’esatto opposto, trasforma la chitarra acustica in una chitarra elettrica.

Quindi, se sei interessato a questa soluzione, è semplice. Devi montare un pickup magnetico sulla chitarra acustica. Ne esistono molti in commercio. Poi, o usi un distorsore oppure ti colleghi ad un ampli per chitarra elettrica.

Ti sconsiglio di usare il piezo perché il suono non è minimamente paragonabile a quello di una chitarra elettrica e rischi anche di danneggiarlo.

Cosa comprare

Io ho già fatto i miei acquisti, ma se potessi tornare indietro comprerei i pedali usciti ora. 😡

Fishman Aura

Il primo è il Fishman Aura. Ha delle “immagini” registrate di chitarre suonate in studio. Scegliamo l’immagine adatta e otteniamo un suono acustico credibile. Sicuramente e infinitamente più credibile di qualsiasi piezo elettrico, pickup magnetico e oltra roba. E a differenza del microfono non rischiamo il larsen.

ToneDexter

Il secondo pedale si chiama ToneDexter ed è un effetto che cattura il suono della nostra chitarra, lo memorizza e lo modella escludendo le frequenze che potrebbero creare problemi. Alla fin possiamo combinare il suono migliorato del piezo o pickup al suono del microfono (che viene usato solo per la memorizzazione).

NV Tone

Il terzo “pedale”, che si chiama NV Tone, non è proprio un pedale, ma una specie di kit. Abbiamo un mixer a due canali in cui collegare da una parte il jack (del piezo o del pickup) e dall’altra parte un microfono lavalier (che troviamo nel kit) di ottima qualità da posizionare all’interno della cassa armonica. Il mixer ha tutte le classiche manopoline per fare il blend dei due segnali.

Le soluzioni suggerite hanno un costo importante, si parla di 4-500 euro. 😕

Conclusione

Se sei arrivato a leggere fino a qui è perché, come me, sei alla ricerca del suono naturale. Allora, devi mettere in conto che non basterà utilizzare 1 dei 3 pedali, ma dovrai anche utilizzare la D-box, il compressore, l’equalizzatore e un buffer (quando i pedali iniziano ad essere tanti è necessario).

Quindi, 5 pedali, 4 cavetti, un cavo XLR che dalla D-box va all’impianto, un cavo jack per la chitarra e il microfono lavalier nella buca.

Questo è tutto quello che occorre per ottenere il miglior suono naturale di chitarra acustica durante un live. 😉

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.