L’Austria ha messo delle restrizioni per i non vaccinati?

Diciamo che sembra così, ma in realtà non è cambiato praticamente nulla (o quasi)

In Austria ha messo delle restrizioni per i non vaccinati?
L’Austria manda in ‘lockdown’ i non vaccinati. Da lunedì 8 novembre chi non è immunizzato non potrà più accedere a ristoranti, movida, hotel, sport, eventi culturali e sarà escluso da iniziative di tempo libero. Nelle prime quattro settimane basterà la prima dose abbinata a un tampone pcr. Il cancelliere Alexander Schallenberg ha giustificato il provvedimento con il forte aumento di casi Covid in Austria (9.388 solo nella giornata odierna)“. Articolo di Tgcom.

Premettendo che non c’è stato nessun lockdown per i non vaccinati, ti spiego perché non è cambiato nulla (o quasi):

Dire “al ristorante si entra solo col Green Pass” e “al ristorante non entra chi non si è vaccinato” significano la stessa cosa.

C’è solo una piccola differenza, che chi non è vaccinato non potrà andare al ristorante nemmeno se ha fatto il tampone. Ma siamo seri, davvero qualcuno fa il tampone per andare al cinema o al ristorante? Qui in Italia c’è stato un aumento dei tamponi per via dell’obbligo Green Pass a lavoro. Altrimenti nessuno si farebbe il tampone per andare a mangiare la pizza. Andiamo, su.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.