Articolo in evidenza

Pedaliera/Pedalboard: gli effetti per chitarra acustica

scritto da arquen il 13 luglio 2016 | 304 letture

Pedalboard_(995939579)Suonare la chitarra acustica è diverso dal suonare la chitarra elettrica anche nell’utilizzo degli effetti. 😛

Gli effetti sulla chitarra elettrica hanno lo scopo di stravolgere il suono originale. 😉
Gli effetti sulla chitarra acustica hanno lo scopo di recuperare il suono originale. 😉

Gli effetti necessari sono: di-box, simulatore e/o modellatore, equalizzatore e compressore.
Poi possiamo aggiungere gli effetti di ambiente (riverbero e delay).
Infine, potrebbero servire booster, pedale del volume e loop station.

Quindi, un’ipotetica pedalboard per chitarra acustica dovrebbe essere composta da:
booster, compressore, equalizzatore, simulatore, volume, delay, riverbero, loop station, di-box.

Il simulatore bisogna provarlo in varie posizioni: se prima del booster, se subito dopo il booster o se dopo l’equalizzatore e dipende dal tipo di simulatore, perché alcuni simulatori hanno intregato la di-box, il compressore e gli effetti.
Terminate le prove per riuscire ad ottenere un suono acustico simile a quello naturale, possiamo aggiungere (se ne abbiamo la necessità) gli effetti di modulazione e/o i distorsori. 🙄

Esistono dei multieffetti specifici per chitarra acustica: Zoom A3, Fishman Aura Spectrum, TC Helicon Play Acoustic, Boss VE8, ed altri. Chi più, chi meno, permettono di simulare e/o modellare il suono acustico e in più possiedono pulsanti e manopole per aggiungere compressori, equalizzazioni, effetti di ambiente, di modulazione e anche distorsioni.
Se possediamo alcuni effetti come il compressore, l’equalizzatore e gli effetti di ambiente e non ci interessa stravolgere il suono con gli effetti di modulazione, possiamo evitare il multieffetto e acquistare solo l’effetto che simula e/o modella il suono acustico: Fishman Aura Sixteen, TC Electronic Bodyrez, Boss Acoustic Simulator, Behringer Am400, Mooer Acoustikar, Hotone Wood, ed altri. 🙂

Una parentesi a parte va ai preamamplificatori tipo quelli della LR Baggs e simili. Secondo me vanno acquistati solo se la chitarra non monta il preamamplificatore. I preamplificatori hanno la funzione di equalizzare il suono tagliando o enfatizzando le frequenze basse, medie e alte. 😉

Nei forum a volte si leggono delle assurdità, perché quando qualcuno chiede consiglio sull’acquisto degli effetti, tra le risposte c’è sempre il tipo che dice “a me il suono della chitarra acustica piace così com’è, senza stravolgerlo con gli effetti“. 😐
E’ un’assurdità perché nel momento stesso in cui colleghiamo la chitarra all’amplificatore o al mixer, perdiano tutto il suono naturale dello strumento. E gli effetti servono proprio a recuperare il suono e non a stravolgerlo. 😉
Probabilmente chi risponde in quel modo è assuefatto al suono elettrico-acustico e non ci arriva proprio con la testa che è possibile usare gli effetti per migliorare il suono acustico. 🙄

Articoli correlati

Adagio from Spartacus (Aram Khachaturian)
Chi decide se un sito è commerciale? La Siae? E chi "CI" è?
Quando cambiare le corde della chitarra?
Chitarra acustica: differenza tra suono acustico naturale e suono amplificato
Segui i commenti tramite Feed RSS 2.0 oppure fai un trackback.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.


I video spot più cliccati del Web:

  • Arquen


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video