Articolo in evidenza

Quando cambiare le corde della chitarra?

scritto da arquen il 18 giugno 2015 | 1.529 letture

cortcj10fxrosettaSuono dall’età di 12 anni, quindi ho circa 22 anni di esperienza, ma ancora non ho scoperto un metodo scientifico che consente di sapere quando cambiare le corde della chitarra. 🙄
Allora, come faccio di solito, ascolto e leggo le opinioni degli altri. Il risultato è: si cambiano ogni settimana, si cambiano ogni mese, si cambiano ogni anno, non si cambiano mai. 😛
La solita inutilità dei forum e dei blog di settore. 😛 

Dalla mia esperienza:

Le corde vanno cambiate quando perdono la brillantezza iniziale?
Se sei un professionista e sei in uno studio per registrare un pezzo acustico, allora è meglio cambiare le corde per avere il suono migliore possibile. 😛
Se sei un professionista e la chitarra è collegata all’amplificatore puoi fregartene della brillantezza delle corde.  😆
Se non sei un professionista puoi fregartene e basta. 😆

Le corde vanno cambiate per evitare che si rompano durante un evento?
Se devi suonare in un festival importante o in qualche concerto con pubblico numeroso e le corde le hai montate 3-4 mesi fa, conviene cambiarle per evitare la spiacevole situazione della corda rotta durante un pezzo. 😉

Dopo quanto tempo devo cambiare le corde prima che si rompano?
Se suoni in casa e tra amici, puoi cambiare le corde anche una volta all’anno. 😛
Se suoni anche da qualche parte (in chiesa o in qualche locale) puoi cambiare le corde 3-4 volte all’anno. 🙄
Se sei un professionista dipende dalla situazione. Se suoni tutti i giorni per lavoro, puoi cambiare le corde minimo ogni 2 settimane e massimo 1 volta al mese. Se hai delle serate importanti (festival, concerti, eventi) puoi cambiare le corde dopo ogni serata. 😉

Suono la chitarra classica e/o acustica, dopo quanto tempo le corde perdono la brillantezza?
Se suoni tutti i giorni, dopo una decina di giorni il suono è meno brillante, ma dipende anche da quanto sudore si deposita sulle corde. 😉

Suono la chitarra elettrica, dopo quanto tempo le corde perdono la brillantezza?
Puoi suonare tutti i giorni finché non si rompono le corde o le dita. 😛

Nota
Il sudore che si deposita sulle corde e sul manico fa vibrare meno le corde, attenua il volume e la qualità del suono. Concetto valido sopratutto se si suona una chitarra classica e/o acustica senza amplificazione.
Se suoni con l’amplificazione, il suono finale dipende dal pickup, dall’amplificatore e dall’equalizzazione di pickup e amplificatore. Concetto valido con chitarra classica, acustica e elettrica.

Conclusione:
Se non sei un professionista, non buttare soldi in corde. 😉
Se non sei un professionista, ma capita sporadicamente di suonare in qualche posto, cambia le corde per evitare la spiacevole situazione della corda rotta durante un pezzo. 😉
Se sei un professionista e suoni tutti i giorni nei locali, cambia le corde di frequente, ma evita di farlo tutti i giorni. 😉
Se sei un profesionista ed hai delle date importanti (concerti, festival, eventi), cambia le corde dopo ogni serata. 😉

Articoli correlati

Adagio from Spartacus (Aram Khachaturian)
Washburn WD10SCE12 e Ibanez AEL2012: su Amazon e Spazio Musica Shop sono rotte o non funzionanti
Pedali per chitarra acustica e pedali per chitarra elettrica: differenze? Nessuna
Chitarra acustica: amplificatore dedicato o casse+mixer?
Segui i commenti tramite Feed RSS 2.0 oppure fai un trackback.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.


I video spot più cliccati del Web:

  • Arquen


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video