Articolo in evidenza

Washburn WD10SCE12 e Ibanez AEL2012: su Amazon e Spazio Musica Shop sono rotte o non funzionanti

scritto da arquen il 2 maggio 2015 | 505 letture

cortcj10fxrosettaSono alla ricerca di una chitarra a 12 corde. Le chitarre sono una delle poche cose che compro ancora in negozio dopo averle provate, ma questa volta ho voluto provare l’acquisto online ed ho sbagliato non una, ma due volte.
La prima volta ho acquistato una Washburn WD10SCE12 su Amazon.
http://www.washburn.com/products/acoustics/WD10SCE12.html
Partita dall’Inghilterra, la confezione non aveva nessuna protezione e infatti la chitarra è arrivata con il top scheggiato e il manico pieno di crepe. Per fortuna su Amazon è facile la procedura di reso e inoltre non si pagano le spese di spedizione.
Pochi giorni dopo la Washburn WD10SCE12 è tornata disponibile sul sito… chissà se è la stessa chitarra… 🙄

Dopo la prima delusione ne ho cercata un’altra ed ho trovato l’Ibanez AEL2012.
http://www.ibanez.co.jp/products/ag_page15.php?year=2015&area_id=3&cat_id=3&series_id=90&data_id=41&color=CL01
Ascoltando i video ha un suono che non mi entusiasma perché punta troppo sulle frequenze alte, ma ho pensato: le chitarre con un buon suono costano migliaia di euro. I modelli base hanno un suono mediocre. Le marche con il miglior rapporto qualità/prezzo cercano di imitare il suono, ma senza riuscirci. Meglio prendere una chitarra con un suono diverso. La chitarra AEL2012 della Ibanez è il modello di punta e costa un terzo rispetto ad altre chitarre di marche blasonate. Il problema è che monta differenti modelli di preamplificatori. 😕

Sono abituato ai Fishman che oltre alle regolazioni su frequenze alte, medie e basse, hanno l’arcordatore e mi permettono di prevenire i feedback. L’Ibanez è ottima in questo senso e in più ha sia l’attacco jack, sia quello xlr. 😀

Siccome il prezzo da sito a sito varia da 500 euro (thomann) a 400 euro (mercatino musicale) ho cercato quella che costasse meno e il sito che potesse garantirmi un minimo di affidabilità. Ne ho trovata una “usata in negozio” al costo di 299 euro (spese gratuite). Penso: cavolo, un affare! Avrà qualche graffio? Fa nulla, a quel prezzo dove ne trovo un’altra? 😀

Telefono, chiedo se è ancora disponibile e poi procedo con l’acquisto.

Siccome non avevano la confezione originale, hanno usato una scatola della Eko. Questa scatola era dentro ad altri due scatoloni uniti col nastro adesivo. All’interno tanto cartone. Sorvolando sulla confezione esteticamente mediocre, ma efficace nella sostanza, prendo la chitarra e con sorpresa noto che ha il preamplificatore più medioche che abbia mai visto. Controllando sul sito della Ibanez è un modello del 2007, quindi la chitarra non è usata, ma antica. Ha quasi 8 anni. Ok, più passano gli anni e più la chitarra suona meglio, ma siccome l’amplificazione per me è importante (devo suonare live e non nella stanzetta), ho iniziato a pensare di restituirla. Prima però suoniamola, forse ha un bel suono? No… nemmeno il suono era il massimo, non vale 500 euro. 😕

Penso: forse amplificata da il meglio? La collego al mio Marshall AS50 per acustica, ma non si sente nulla. Da premettere che non c’era manco la pila, quindi ho dovuto mettere pure quella. Ho notato che l’entrata jack (c’era solo quella) era talmente larga che quasi potevo infilarci il dito. Forse non faceva contatto il mio cavo Reference. Si sentiva un rumore quando ruotavo la manopola del volume, ma il suono proprio non usciva.  Non l’hanno manco provata la chitarra? 😕

Telefono e dico che voglio restituirla perché amplificata non funziona. Mi propongono di spedirla, l’avrebbero riparata e rispedita. La spedisco, ma specificando di non volerla più. Controllo la spedizione e appena arriva telefono per chiedere informazioni sulla procedura di reso. Mi dicono che dall’importo scaleranno 12 euro per la spedizione. Stamattina ho controllato e si sono tenuti il doppio, cioè circa 24 euro. Ovviamente è subito tornata disponibile per la vendita. Rotta? Probabile… 😎

In conclusione? Hanno spedito una chitarra vecchia 8 anni, con un pream scandente e non funzionante, si sono trattenuti i soldi per entrambe le spedizioni… comprerò mai più da questi tizi? Ovviamente no! Parlerò malissimo di loro? Ovviamente sì! :mrgreen:

Sconsiglio l’acquisto di chitarre su Amazon perché potrebbero arrivare rotte. 😛
Sconsiglio l’acquisto su Spazio Musica Shop di Simone Pica perché non solo la chitarra potrebbe arrivare rotta, ma fanno anche pagare 2 volte la spedizione. 😛

Articoli correlati

Chi decide se un sito è commerciale? La Siae? E chi "CI" è?
Le recensioni che leggerai nel 2013/2014
Come creare chorus, delay, riverbero, overdrive, ecc, senza pedali?
Chitarra acustica: differenza tra suono acustico naturale e suono amplificato
Segui i commenti tramite Feed RSS 2.0 oppure fai un trackback.

Scrivi un commento

Utilizza un e-mail valida altrimenti il tuo commento non sarà pubblicato.


I video spot più cliccati del Web:

  • Arquen


  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video



  • Spazio video